Serie B: Il Livono prima fà illudere il Sassuolo poi nel secondo tempo lo strapazza

26 dicembre 2012 22:12 Commenti disabilitati

Livono –Sassuolo    3-2

David Nicola, il direttore d'orchestra amaranto

Livorno: ( 3-4-2) Fiorillo, Barnardini, Emerson, ceccherini, Schiatarella ( 77’ Salviato) Luci, Gentesoglou ( 88’ Molinelli) Gemiti, Paulinho, Siligardi ( 74’ Dionisi)  A dosp. Mazzoni Meola, Bigazzi dell’Agnello All. Nicola
Sassuolo ( 4-3-3) Pomini, Gazzola, Bianco, terranova, Longhi, Bianchi ( 81’ Pavoletti) Magnanelli, Missiroli, Berardi ( 74’ Masucci) Boakye, Catellani ( 63’ Chibsah) A disp. Pigliacelli, Lavrone, Marzorati, Troiano. All. Di Francesco
Arbitro: Ciampi di Roma ( Assistenti: Vivanza-Vicinanza IV° uomo: Pasqua)
Reti: 4’ Catllani 10’ Bianchi 53’ Siligardi 65’ Paulinho 78’ Salviato
Spettatori: 8000 circa
Livorno – Dopo 10’ minuti il Livorno era sotto di due reti; ma, mai dire mai, quando ìn campo c’è la squadra di Nicola.
Il mister cerca di contrapporre al Sassuolo, che ormai dall’inizio del campionato, gioca con il 4-3-3 zemaniano, 4-3-2-1; ma in campo i giocatori del Livorno lasciano spazi “vivibili” agli avversari,  che giocano rapidamente la palla, così, vanno due volte in vantaggio.
Non è che il Livorno sia stato  guardare. Ma le conclusioni non avevano lo stesso esito di quelle degli ospiti. Così Nicola decide di tornare al 3-5-2. E le cose iniziano a cambiare. Ma il tocco finale lo dà al rientro in campo.
Squadra con un maggior ritmo, e maggior attenzione sull’impostazione delle azioni. E miglioramento della tecnica. Passaggi con maggio precisione. Inoltre manda qualche metro in avanti Gentsoglou. E qui la partita cambia…padrone. Diventa amaranto. Il Sassuolo non ha piu’ gli spazi della prima parte, la squadra gioca come sa, da squadra. E raggiunge, e supera la prima della classe.
Di Francesco, che è un altro allenatore, tra i migliori della categoria, intuisce il pericolo.
E  disegna una difesa a 5. Manganelli, in fase di non possesso, si inseriva nella linea dei difensori. Inoltre al 63’ richiamava una punta, Catellani, per un centrocampista, Chibash, che si posizionava nei tre centrocampisti a destra, mandando Missiroli a sinistra, formando una centrocampo a quattro, e, in fase di possesso, Missiroli si alzava all’altezza delle punte, per tornare ad un 4-3-3.
E, nonostante quello che dirà Di Francesco, in sala stampa, adducendo, tra le altre cose, sulla sua sconfitta, a sviste arbitrali, Nicola riesce a battere la capolista. La maggior dote, oltre a quella di saper leggera le partite, è l’umiltà. Cosa che altri suoi colleghi non sanno, nemmeno, dove abiti.
Le reti
4’ Azione del Sassuolo sulla destra. Cross di Bianchi, Catellani, che, di prima intenzione, mette alle spalle di Fiorillo, sul palo opposto.
10’ Azione sulla sinistra degli ospiti. Palla appena fuori dell’area piccola, tra i difensori amaranto sbuca Longhi, che di testa, raddoppia.
53’ Palla sulla 3/4 del Sassuolo. Paulinho apre sulla destra sull’accorrente Siligardi, che lungo la linea dell’area si porta la palla sul sinistro e  mette palla nel “sette” opposto.
65’ Da posizione centrale, nella metà campo biancoverde, Gentsoglou, porge palla, al limite dell’area, a Paulinho, giravolta verso la porta e di detsro trova il palo opposto rasoterra ( c’è stato un tocco, lieve, di Savas, che aveva continuato la corsa verso la porta affiancando il compagno, ma ininflunte).
78’ Belinghieri gioca laplla dentro l’area avversaria. Spalle alla posrta poge palla indietro a Salviato,a l vertice dell’area di detsra,  controllo di sinistra e tiro, una bomba, gonfia la rete sotto la treversa.

Sala Stampa

La gioia de Presidente Spinelli

Aldo Spinelli“ Il Sassuolo è una grande squadra; ma il Livorno ha risposto, anche lei, da grande squadra. Pubblico ha risposto da pubblico, dodicesimo in campo. E noi abbiamo bisogno di loro. Ed oggi è stata la mia piu’ grande soddisfazione. Senza pubblico, ragazzi, non si và da nessuna parte. Ai ragazzi, a Nicola, ho detto si può vincere e perdere; ma se lottiamo così possiamo andare lontano. Oggi abbiamo visto un calcio da serie A. Oggi abbiamo dimostrato di avere i numeri per arrivare in alto. Però dobbiamo sempre stare con i piedi per terra. Oggi abbiamo preso due gol da ingenui. Poi è stato bravo il mister, che ha messo a posto la squadra. Domenica avremo una partita difficile, senza Paulinho e Luci; ma dobbiamo stare tranquilli, sereni, e concentrati, come contro il Sassuolo. E credo che andremo lontano. Nicola è veramente un grande, insieme a Di Francesco. Il Sassuolo merita il primo posto in classifica, e la serie A, noi, al momento, peritiamo il secondo posto. Ce lo siamo conquistato. Poi facciamo dei gol che sono bellissimi. Però dobbiamo stare piu’ attenti in difesa. Con Signorelli siamo  già al lavoro,  e due giocatori li dobbiamo prendere. “

Eusebio Di Francesco
Il mister non deve aver ancora “digerito” la sconfitta. Ha visto la partita … stando troppo di parte.
“ Sarebbe stato piu’ giusto il pareggio. Per quello che è stato il nostro predominio come impostazione di gioco, durante i primi 45’.Peccato. Il Livorno è una squadra che ci crede sempre. Sono riusciti a venir fuori nelle difficoltà, anche se sono stati fortunati nei gol, che hanno trovato dai 25 metri. Tre occasioni, tre gol. Nel secondo tempo ci siamo fatti schiacciare un po’ toppo. Eppoi alcuni episodi non visti dall’arbitro ( quello che lo ha fatto piu’ arrabbiare il fallo di Gentsoglou, nella seconda parte dell’incontro,  e non  ammonito. Sarebbe stato rosso, era già ammonito). Però un pareggio sarebbe stato piu’ giusto. Mi domandate se ho preparato la partita. A parte che a mia squadra gioca sempre come sa. Poi non potevamo sapere come avrebbe giocato il Livorno. Non lo sapete nemmeno voi. Nicola è stato bravo a modificare qualcosa nel secondo tempo, e sono stati bravi. E ribadisco che hanno avuto un pizzico di fortuna. In questo campionato non dobbiamo mai fermarci. Nel primo tempi siamo stati troppo raffinati, in certe situazioni. Certe volte dobbiamo sacrificarci un po’ di piu’.”
Davide Nicola
“ Dico che il Sassuolo è la migliore squadra del campionato. Per la continuità che ha avuto, per la maniera di stare in campo,  per la qualità dei suoi giocatori. Nella prima parte ci hanno creato alcuni problemi. Vedevo che la squadra giocava; ma aveva troppa frenesia. Volevamo tutti andare a fare gol. Volevamo essere tutti determinanti. Lo siamo solo quando rimaniamo nel collettivo. E’ anche un bene. Era un po’, che non vedevo qualche disordine in campo. Io che sono maniacale nella occupazione dello spazio. E mi sono arrabbiato. Se non continuiamo ad avere questa frenesia, e miglioriamo il palleggio, possiamo anche vincere questa partita. Questo ho detto alla fin del primo tempo. E cosi’ co siamo fatti un bel regalo. Quando hai uno stadio così puoi fare di tutto. Ci credi che Di Francesco abbia detto .. Il Livorno non è mai morto…  Due squadre che hanno cercato di vincere la partita, non che si rintanano dietro, e vivono sull’errore degli altri. Noi lavoriamo per costruire. E ti devi predisporre a perdere. Noi ci alleniamo per questo. Però, quando riusciamo a giocare, si divertono tutti.  La grande qualità di questi ragazzi, è che, dal primo giorno, hanno voluto mettersi in discussione, accettando un percorso di crescita, insieme, mio e di tutti, Fin quando manterremo questa mentalità, ci potremmo ancora divertire.

Risultati

Ascoli-Cittadella         4-1

Bari – Grosseto            1-0

Empoli – Verona         1-1

J.Stabia – Crotone    2-1

Modena – Spezia         1-0

Pro Vercelli – Cesena  1-3

Reggina -Vicenza        1-0

Varese – Brscia               sopsesa

Lanciani – Nvara        1-0

Classifca: Sassuolo 48 /// Livorno 46 /// Verona 40 /// Modena 32 /// Empoli, Padova 30 /// Varese, Juve Stabia, Cittadella  29 /// Brescia 28 /// Ascoli 27 /// Spezia 25 /// Bari 24 /// Reggina, Ternana, Crotone  22 /// Cesena 21 /// Novara, Vicenza, Lanciano 19 /// Pro Vercelli 15 /// Grosseto 11

Prossmo turno ( 30/12, ore 15)

Ascoli-Vares

Brescia- Crotone

Cittadella-Bari

Livorno-Juve Stabia

Novara-Grosseto

Sassuolo-Cesena

Ternana-Pro vercelli

Vicenza-Spezia

LancianioPadova

Verona-Modena

Comments are closed

Other News