Il mondo delle gare remiere livornesi alza al cielo i remi per rendere onore a Renzo Mancini

25 dicembre 2011 00:03 Commenti disabilitati

Renzo a Mancini a sx e Gigi Suardi a dx. (1965)

LivornoRenzo Mancini ci ha lasciato.Era nato nel 1935. Un uomo, una vita per un remo, il terzo. E dove è andato ha vinto.Diverse pagine della storia del Palio marinaro portano il suo nome.
Ardenza
Il suo primo rione, per abitazione e voga è l’ Ardenza. Con lui o coloro vederde rosso vincono due palii. Nel ‘6 e ‘57.
Tre anni dopo lascia si trasferisce nel rione di Venezia. E dato che, in quell’epoca, se non abitavi nel rione non potevi salire sul “suo” gozzo. Quindi ecco che, per Renzo, cambiano i colori. Biancorosso.
Cambia colore; ma non le vittorie
Con il Venezia vince ancora tre volte il “cencio” Quello del ’ 63, chiamato il Palio Mascagni, erano trascorsi cento anni dalla nascita del maestro livornese. Poi ancora nel ’64,66,’67 e ’68.
In barca con Raveggi e Suardi
Su quella barca né facevano parte Vincenzo Raveggi, preparatore, per molti anni, del Pontino.
Ancora cambio di colori
Per alcune divergenze tecniche lascia il biancoorosso, per il giallorosso del Pontino. Ed anche qui colleziona tre palii. Fin quando non decise di attaccare il … remo…al chiodo. Anno ‘69. In barca era sempre stato 3° remo.
Nonostante i suoi trasferimenti, nel cuore è sempre rimasto il Venezia. Tanto che tornò al Venezia, anni ‘80, come dirigente.
Effetto Venezia
Nell’ultimo “Effetto” dieci sere, con la moglie Gina Viacava, lo hai trovato a cenare in cantina biancorosso.
Il colore rosso
Cambiava cantina, e fateci caso, in ogni barca c’era sempre il colore rosso.
Il Soprannome
Da prima della guerra era consuetudine, a Livorno, chiamare una persona con il soprannome. E se, dopo l’assegnazione, lo chiamavi col vero nome, non ti avrebbe risposto. E quindi anche Renzo ha avuto il suo. Gallettone.Questo soprannome era tramandato, per tradizione, al primo figlio. Così Massimo, il maggiore è diventato Gallettone. Ed il fratello minore, Stefano, naturalmente, Gallettino.
E da domani, entrando nella cantina del Venezia, ogni dirigente o vogatore, od allenatore, guardando le mura cosparse di foto, e le bandiere ad ornare, vedranno il viso di una amico, che dico, un fratello….
I funerali
Le onoranze funebri si svolgeranno presso la Cappella della camera mortuaria dell’ospedale di Livorno, lunedì alle ore 10.30, .
Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte della nostra redazione.

( Un ringraziamento al presidente del Venezia, Gigi Suardi, per la collaborazione prestata, al fine  della compilazione per questo articolo.)

Comments are closed

Other News