Il Livorno torna sconfitto da Torino. Negato un rigore a Dionisi

26 novembre 2011 19:17 Commenti disabilitati

Torino – Livorno    1-0

Federico Dionisi, subisce il fallo da rigore, ma Giancola non è d'accordo

Torino ( 4-2-4): Coppola, D’Ambrosio ( 84’ De Cesare), Basha, Ogbonna, Iori, Stefanovic ( 46’ Verdi), Vivas, Ebagua ( 69’ Sgrigna) Antenucci. A disp. Gomis, De Feudis, Pratali, Oduamadi. All. Ventura
Livorno ( 3-5-2); Bardi, Perticone, Miglionico, Knezevic, Schiattarella ( 77’ Salviato) Luci, Genevier, Filkor ( 83’ Bigazzi) Paulinho, Dionisi ( 60’ Russotto). A disp. Mazzoni, Barone, Belinghieri, Remedi. All. Novellino
Arbitro: Giancola di Vasto
Reti: 80’ Paridi
Note: Espulsi 59’ Ventura e Novellino, 78’ Lambrughi per doppia ammonizione
Torino - La squadra fà la partita e gli episodi fanno il risultato. All’Olimpico di Torino nè bastato uno per determinare la sconfitta del Livorno.
Il Livorno fino a quel momento era riuscito da rendere innocua una squadra, messa in opera, per il salto di categoria. Si dirà che il Livorno non ha mai tirato in porta. Sì; ma anche il Torino non ha mai messo in difficoltà Bardi.
Il mister amaranto aveva in mente di cercare di far “sbizzarrire” i granata, poi,. Quando la partita poteva avere un calo fisico, con alcune sostituzioni, provare anche a vincere. O se nò il pareggio avrebbe fatto comodo ugualmente.
Costruisci un impalcatura e qualcosa  si mette di traverso, e cade il tutto. Quella cosa di traverso ha un nome. Lambrughi e la sua espulsione. Il fatto di avere di fronte una squadra in dieci non può che dare nuovi stimoli. Sarà stato così; ma per vincere, al Toro, c’è voluto il classico episodio.
La lavagna di Novellino
Il mister decide per un 3-  Perticone, Miglionico e Knezevic) 5- ( Schiattarella, Luci, Genevier, Filkor e Lambrughi) 2-( Paulinho e Dionisi).
Così facendo aumenta la densità a centrocampo e non offre la possibilità ai centrocampisti granata di suggerire per i loro attaccanti. Ventura, allenatore che legge le partite, cercato di ovviare facendo uscire, all’inizio della ripresa, Stefanovic ed inserire Verdi, giocatore di scuola milanista, rapido e dotato tecnicamente, per cercare di mettere in difficoltà Lambrughi e mantenerlo basso. Poi Aveva richiamato Evagua per inserire Sgrigna, più movimento e più imprevedibile del giocatore di colore. Tutto questo veniva assorbito molto bene dalla squadra amaranto.
Novellino aveva richiamato Schiattarella per Salviato, per cercare di dare maggior sicurezza in fase di non possesso. Mossa che non è servita perché, con l’espulsione Salviato è dovuto passare dalla parte opposta per andare a frenare Verdi.  Un’altra mossa si è resa vana. Russotto per Dionisi. L’estro, ed il saper puntare l’uomo, avrebbe potuto creare difficoltà ai difensori locali. L’ultima sostituzione, quella di Bigazzi per Filkor, non solo ha cambiato volto alla squadra; ma non ha portato nessun contributo positivo. Bigazzi si posiziona in fascia sinistra. Così il Livorno termina con uno schieramento da 4 difensori, Perticone, Miglionico, Knezevic e Salviato) 4 centrocampisti ( Russotto, Luci, Genevier e Bigazzi, con gli esterni che si alzavano in fase di possesso) con Paulinho unica punta.
Rigore negato
Correva il 49’ Dionisi, dalla fascia sinistra, entra in area superando un avversario, il quale rinviene su di lui e lo colpisce alla caviglia gettandolo a terra. Per l’arbitro tutto regolare. Visto il minuto in cui è successo, poteva nascere una nuova partita. Dopo questo episodio l’attaccante amaranto si innervosisce, parlando più volte con l’arbitro. Forse è uno dei motivi che, Novellino, lo ha richiamato in panchina.
Ed ora il calendario dice: Verona in casa, Sassuolo fuori, Brescia in casa ed infine a Grosseto.Sono quattro partite dove il Livorno ha il dovere di dimostrare di che panni si veste.  Non tutte le squadre si chiamano Torino, però bisogna dimostrarlo.
La rete
80’ Verdi batte un corner sulla fascia destra. La palla viene respinta fuori area di rigore, sul lato opposto, dove, all’altezza del vertice dell’area, Parisi, con un potente e preciso sinistro, trova l’angolo basso opposto.
Sala Stampa
Entrano di due mister con tanto di abbracci e sorrisi.
Ventura
L’espulsione è stato il motivo della vittoria?
“ Non credo. Il Livorno aveva preparato bene la partita. Però la partita l’abbiamo sempre tenura in mano noi. Basti pensare che, il Livorno, non ha fatto un tiro in porta. Il Livorno non ci ha permesso di svolgere il nostro gioco. Però,anche se non facilmente, ce l’abbiamo fatta.”
Novellino
“ Mi è dispiaciuto per i ragazzi. Abbiamo fatto un’ottima partita. Per il modo di stare in campo e per attenzione.”
E la sua squalifica?
“Io con la squalifica non c’entro. Mi ero avvicinato a Ventura con calma. Cercando di  chiarire una situazione.”
In attacco abbiamo fatto poco.
“ Piano piano cercheremo di fare di più anche in fase di attacco. Io più di così non posso fare…

Risultati
Brescia     -     Albinoleffe          1-3
Cittadella     -     Crotone           0 -1
Grosseto     -     Juve Stabia     0 -3
Nocerina     -     Varese              2 -4
Sampdoria     -     Modena        1 -1
Sassuolo     -     Padova             0 -1
Torino     -     Livorno          1 -0
H.Verona     -     Reggina          1 -0
27 novembre 2011
Vicenza – Pescara
Gubbio – Empoli
28 novembre 2011
Ascoli – Bari
Classifica
Torino    38 /// Pescara, Sassuolo 32 /// Padova, Verova 31 /// Reggina 28 /// Varese 25 /// Sampdoria 24 /// Grosseti 22 /// Bari 22 /// Cuttadella 21 /// Livorno, Crotone 20 ///  J.Stabia, Albinoleffe 19 /// Brescia 18 /// Vicenza 17 /// Empoli 15 /// Niocerina, Gubbio 14 ///  Ascoli 5

Comments are closed

Other News