Calcio-Eccellenza: Una topica arbitrale infrange i sogni della Pro Livorno Sorgenti

8 maggio 2011 18:22 Commenti disabilitati

Pro Livorno Sorgenti – Pisa S.C.    2-4
Pro Livorno Sorgenti: ( 4-1-4-1) Lischi, Sgariglia ( 65’ Domenichini) Rossi, Fediani, Niccolai ( 65’ Beltramme) Felloni, Vannucci, Ercoli, Tempini, Rinaldi. 12 Pioli 13 Zoppi 14 Casrellani 15 Tocchi 16 Mucci: All. Tognarelli
Pisa S.C.: ( 4-4-2) Licciardi, Passariello Aliotta, Malventi, Romanini, Pellegrini, Tamberi, Fommei, Bonuccelli (68’ Costantino) Brega ( 84’ Tacchetto) Gorelli ( 80’ Tasalusti) 12 Gianbruno 13 Mussi 16 Sembolini 18 Gori. All. Lazzerini.
Arbitro: Cipriani di Livorno
Reti: 2’ Tempini 13’ Bonuccelli 53’ Brega (rig.) 85’ Beltramme 89’ Pellegrini 94’ Tamberi

ValerioLischi, ancora una volta decisivo ( foto sito Pls)

- Correva il 92’ quando Tempini, appena dentro l’area di rigore, supera il portiere, in uscita, con un pallonetto. Licciardi lo ostacola e l’attaccante livornese và a terra. Tutti, persino il presidente del Pisa, aspettavano il fischio di rigore, invece niente. Il sig, Cipriani fa proseguire l’azione, la palla stà per tornare in possesso dei locali, invece ha la meglio la difesa neroazzurra. A questo punto l’arbitro doveva fermare il gioco, visto che la norma del vantaggio non era andato a buon fine, e concedere il rigore. Niente. e qui si sono infrante le speranze della Pro Livorno Sorgenti. ( Il risultato era di 2-3 e, con il rigore, poteva essere pareggio. Risultato che mandava in finale i livornesi.
Lazzerini aveva schierato una squadra diversa dalla partita di S. Giuliano, tatticamente e come uomini. Difesa a quattro e centrocampo a quattro, con due punte. Tamberi da in mezzo alle linee sulla fascia e Brega subito in campo.  In possesso la squadra cambia in un 3-3-4. Tognarelli fa scendere in campo la stessa squadra. Come uomini e modulo tattico. Nel primo tempo, l’atteggiamento del Pisa non permette ad Ercoli e Filippi di giocare come loro solto. Nella ripresa le cosa cambiano e la Pls inizia a giocare come suo solito. Con l’entrata di Beltramme il dominio diventa totale. La fascia sinistra, dove agiscono Rossi e Beltramme, diventa devastante, ed il Pisa và in confusione. Venticinque minuti di partita giocata livelli molto gradevoli. E questa reazione faceva ben sperare i tifosi livornesi. Purtroppo la topica arbitrale è stata da non credere. Da evidenziare al 53’l’arbitro concede un rigore al Pisa per una caduta, furba, di Brega ad innocuo contrasto con Niccolai. Il quarto gol, ormai a tempo scaduto, è stato il classico contropiede, scaturito dopo che i locali avevano usufruito di una palla inattiva, quindi squadra tutta protesa in area avversaria.
Le Pagelle
Lischi: 6,5. Tre parate importanti; ma sul terzo gol dei pisani, visto l’indecisione dei suoi difensori poteva uscire.
Sgariglia: 6. Buona partita. Molta attenzione e concentrazione.( 65’ Domenichini: 6. Poco servito e non come preferisce. Ha di fronte Aliotta, che non è facile superarlo)
Rossi: 6,5. Bravo in entrambe le fasi. Delizioso il”dai e vai” con Beltramme nel gol del pareggio.
Frediani: 6,5. Finale di campionato in crescendo
Felloni: 6,5. Bravo nel chiudere e far ripartire l’azione.
Niccolai: 6.5. Prende in mano la squadra ela fa giocare. Soffre un poco all’inizio. ( Beltramme: 7. Entra e la squadra cambia volto. Pallonetto, nel gol, d’autore.)
Vannucci: 6,5. La partita di Pisa dimenticata.
Ercoli: 6. Sottotono il primo tempo. Nella ripresa ritrova il passo e gli spazi.
Tempini: 7. Spina nel fianco degli avversari. E l’arbitro è stato contro di lui.
Filippi: 6. Stesso discorso di Ercoli.
Rinaldi: 6,5. Solito leone instancabile.
Tognarelli: 6,5. Bravo nella gestione della partita e nei cambi.
Gianni Picchi

Comments are closed

Other News